PerchÚ Efira
Disclaimer

Per i webmaster
Siti partner o collegati

Efira - Home Page

Scrivici
Segnala questo sito | PubblicitÓ
Iscriviti alla newsletter | Fai di Efira la tua home page

 

 

 

Forum

Ritagli stampa

Management

Aforismi e citazioni
Al cinema
Controcorrente
Favole
I test di Efira
Letture
Locuzioni latine
Lo scaffale del manager
Murfologia quotidiana
Poesie
Primo piano
Racconto
Spigolature
Spotlights
Stupidario
Varie
Altri siti di management

Cerca conGoogle

Nel web In Efira

Umorismo

Fumetti
Galleria del buonumore
Giochi di parole
L'angolo di Baratti
Scopri chi eri
Ti Ŕ compatibile?
Video clip
Vignette

 

 

LE POESIE DI EFIRA

Ultima poesia pubblicata | Per autore A - L | M - Z | Le favole

Il seminatore
El sembrador
di Humberto Ak'abal

Muore la sera ingoiandosi
l'ultimo sguardo del giorno.

Il seminatore
appende la sua bisaccia di speranze
al corno di cervo
che ha inchiodato alla parete.
Si siede a sognare, a seminare
sogni nel sogno.

A guardare nell' oscuritÓ
le sue illusioni.

E se ne va volando, volando
come un clarinero,
o come il canto di un tulul.

Si sveglia.
La notte se n'Ŕ andata.

Si rimette in spalla la sua bisaccia.

---ooOoo---

Muere la tarde tragßndose
la ˙ltima mirada del dÝa.

El sembrador
cuelga su morral de esperanzas
en el cachito de venado
que tiene metido en la pared.
Se sienta a so˝ar, a sembrar
sue˝os en el sue˝o.

A mirar en la oscuridad
sus ilusiones.

Y se va volando, volando
corno clarinero,
o corno canto de tulul.

Despierta.
La noche se ha ido.

Vuelve a cargar su morral.
 

Da Tessitore di parole, a cura di Emanuela Jossa, Le Lettere, Firenze, 1998
(traduzione di Emanuela Jossa)

Humberto Ak'abal (1952)

Humberto Ak'abal (poeta guatemalteco, 1952)
Nato a Totonicapa'n figlio e nipote di sciamani di una comunitÓ maya di lingua k'ichÚ eredita dalla famiglia la spiritualitÓ, le consuetudini, il pensiero e le storie della sua comunitÓ. Gli Ŕ stato assegnato il Premio internazionale Pier Paolo Pasolini nel 2004 per źsottolineare il fascino dei suoi versi ed il modo straordinario con cui descrive il rapporto di intensa comunione fra l'uomo e la natura, l'uomo e gli oggetti, l'uomo ed i suoi simili, ancora molto forte nella sua cultura, come in tutte le societÓ che rimangono legate alle proprie radici arcaiche. Tra le sue opere principali ricordiamo Tejedor de palabras (1996), Lluvia de luna en la cipresalada (1996), Los cinqo puntos cardinales (2001) e Ovillo de seda (2001).
Sul web:
La sua biografia (in spagnolo)

Invia ad un amico

Ultima poesia pubblicata | Per autore A - L | M - Z | Le favole

In evidenza

.

Stampa la pagina